20Feb

#ArtArtusi: l’hackathon targato Catchy che ha promosso cucina e innovazione

Un vero e proprio successo l’’#ArtArtusi hackathon di Forlì degli scorsi 18 e 19 febbraio. Dalle applicazioni web alla realtà virtuale, dall’e-learning ai prototipi di robotica, i giovani partecipanti alla sfida digitale sulla cucina italiana hanno dimostrato la loro passione per l’innovazione e la creatività. Catchy, ideatore e promotore del progetto fin dal suo inizio, ha accompagnato l’hackathon grazie all’attività di mentorship e agli interventi di Alice Andreuzzi, Alessandra Spada e, in diretta streaming da New York, Gianni Riotta.

Guarda il video dell’#ArtArtusi Hackathon 2017!

 

 

Come comunicare e promuovere la cucina italiana? A rispondere nel miglior modo a questa domanda nella gara di coding è stato il team  ideatore del progetto “Artusi Learning”, una piattaforma che consente di acquistare corsi di cucina online e ricevere speciali “box” contenenti tutti i prodotti di qualità necessari alla realizzazione del piatto. Artusi Learning ha conquistato il primo premio offerto dagli sponsor DeLonghi e Kenwood.

L’applicazione mobile “Pappartusi” si è invece aggiudicata il secondo premio (patrocinato da Romagna Terra del Buon Vivere e Joule). L’app progettata è in grado di suggerire la ricetta migliore sulla base delle caratteristiche e delle abitudini alimentari dell’utente. A vincere il terzo premio - offerto da O2e - è invece la chatbot “Arty”, guida personalizzata ai prodotti e alle ricette artusiane. Ad ottenere un premio a sorpresa anche il più giovane tra i partecipanti: Edoardo Savini ha portato a casa un Samsung S6 e un Gear VR offerti dalla software house Fingerlinks.

La giuria preposta ad assegnare i premi era composta da Simona Caselli (Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-romagna), Marco Cavallaro (Kenwood), Giordano Conti (Presidente di Casa Artusi), Monica Fantini (Vice-presidente Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e coordinatrice Romagna Terra del Buon Vivere) Alessandro Imparato (Joule 4.0), Gianluca Orazi (responsabile marketing e advertising Zanichelli Editore), Enrico Sangiorgi (Prorettore Didattica Università di Bologna), Valentina Solfrini (blogger Hortus Natural Cooking), Alessandra Spada (responsabile R&D e CTO di Alkemy e Catchy co-founder) e Massimo Temporelli (presidente The FabLab).

 

 

16Jan

#ArtArtusi Hackathon, a Forlì il 18 e 19 febbraio

28Nov

Catchy tra gli ideatori del progetto che reinterpreta l’eredità di Pellegrino Artusi in chiave innovativa e tecnologica

The Feast Days Food in Artusi Cuisine - Art Artusi Hackathon