18Sep

#Missitalia, calcio e campagne marketing

La bellezza nostrana, il ritorno della serie A, e le strategie pubblicitarie Carpisa e Buondì Motta disegnano un intreccio di discorsi al centro della ricerca dati prodotta da Catchy per la settimana compresa tra il 4 e l’11 Settembre. La musica, superstite del clima estivo lascia spazio ai temi più autunnali, cucina compresa.

 

 

Chi ha detto che per vivere un nuovo inizio si debba aspettare Gennaio? La lista dei buoni propositi, si sa, comincia con Settembre. E così, dopo l’addio alle vacanze estive e il ritorno alla vita di tutti i giorni, a entusiasmare gli animi degli utenti torna prepotentemente la stagione calcistica che  spodesta senza esclusione di colpi i grandi protagonisti delle ultime settimane social.

 

 

Al secondo e terzo posto si posizionano rispettivamente #laziomilan e #italia-israele che infiammano il popolo dei tifosi. I social si sono particolarmente scatenati dopo il pesante 4-1 dei biancocelesti: preso di mira il neo acquisto rossonero Leonardo Bonucci. Grande risonanza per il diverbio scatenatosi tra lo stesso Bonucci e Ciro Immobile, causa una rincorsa un po' troppo veemente del bomber laziale ai danni di Nikola Kalinic, reo, a suo dire, di aver richiesto a gran voce un rigore dopo un leggerissimo contatto in area biancoceleste. Un rimprovero troppo plateale che avrebbe irritato a tal punto Bonucci da convincerlo a fiondarsi a fine partita su Immobile per prendere le difese del compagno. L’ironia del web si dirige allora sulla prova di gioco non esaltante dello stesso difensore rossonero, incaricato proprio di neutralizzare le minacce di Immobile. 

 

 

Ad aggiudicarsi il primo posto sul podio a suon di tweet e retweet, però, è stata la bellezza tutta italiana della serata finale di #missitalia, storico concorso giunto alla sua 78esima edizione in TV. La finalissima del concorso è andata in onda sabato 9 settembre su La 7 dalle 20.40 con al timone Francesco Facchinetti e con la partecipazione di Roberta Lanfranchi nel ruolo di inviata dal backstage. Lo scorso anno Facchinetti aveva portato una ventata di ossigeno nuovo a Miss Italia, riuscendo ad incrementare anche il numero di spettatori. Quest’anno il successo si è riflesso anche nel traffico dei cinguettii.  

Molte delle trenta finaliste si sono lasciate andare a vere e proprie gaffe che non sono di certo sfuggite al popolo del web sempre pronto a commentare  – per lo più in maniera ironica e sprezzante – le dichiarazioni rilasciate dalle protagoniste della kermesse.

 

 

La nuova Miss Italia è Alice Rachele Arlanch, arrivata a Jesolo con la fascia di Miss Trentino Alto Adige. Grande entusiasmo e tanta emozione anche per Gessica Notaro,  in gara nel 2007 come Miss Romagna e che dopo dieci anni è tornata al concorso come ambasciatrice contro la violenza sulle donne, dopo essere stata sfregiata con l’acido.

 

 

Dopo la tradizionale kermesse della bellezza e il calcio, ecco un’altra categoria new-entry a segnare l’arrivo dell’autunno: la cucina. L'appuntamento con #BakeOffItalia 2017 il venerdì sera su Real Time è alla quarta posizione della nostra classifica. Il cooking show dedicato al mondo della pasticceria è giunto alla seconda puntata di questa edizione trasmessa nella serata dell’8 settembre alle ore 21,15. La puntata d'esordio era già stata un grandissimo successo con più di 1.6 milioni di spettatori e una media di share del 9% con picchi di oltre il 12% durante la messa in onda.

 

 

 

Il panorama musicale desta ancora grande interesse per i cinguettii della rete: l’hashtag #dusktilldawn canalizza infatti le conversazioni sul nuovo pezzo del cantante britannico Zayn in collaborazione con la cantautrice australiana Sia. Uscito il 7 settembre, ha raggiunto il suo picco massimo su Twitter  proprio nella stessa giornata.

A seguire troviamo l’ondata di indignazione per il singolare caso #Carpisa e la marea di commenti, tra l’ironico e il critico, rappresentati dall’hashtag #buondimotta.

Nel caso specifico, la campagna del gruppo di pelletteria suggeriva di acquistare una borsa donna Carpisa della collezione autunno-inverno 2017/2018 e di conservare il proprio codice gioco. A quel punto sarebbe stato necessario elaborare un piano di comunicazione e completare un form con i dati e i file richiesti per poi inviare la propria candidatura. Per i vincitori la possibilità di fare uno stage in azienda con un compenso di 500 euro. Scelta che è sembrata non troppo azzeccata da parte degli ideatori della campagna in tempi in cui l’impoverimento economico del lavoro si presenta come questione scottante e fin troppo delicata.

 

 

Di genere diverso sono i commenti sul nuovo spot della Motta che vede mamma e papà disintegrarsi per la caduta di un asteroide. Al dissentimento iniziale si è sostituito sui social un generale sentimento ironico e talvolta sarcastico che ha finito per scavalcare la polemica dell’esordio fino a sfociare in una riflessione ben più profonda sull’operazione di marketing attuata.

Se proprio si deve ridurre l’obiettivo di uno spot al fatto che “nel bene o nel male, almeno se ne parli”, osservano molti in rete, non si può dire che la casa dolciaria milanese lo abbia mancato.  Non per nulla sono stati molti i tweet che hanno associato il caso buondì al caso Carpisa. Proprio questo accostamento aiuta a capire come la tesi sia difficile da sostenere. Se è vero che il sentiment verso lo spot Motta ha infine virato verso una divertita accoglienza,  dietro ingenti volumi di tweet dedicati ad un argomento può nascondersi una valanga improvvisa pronta a seppellire gran parte dei risultati raggiunti con anni di lavoro sulla propria reputazione.

 

Angela De Mennato e Maria De Rito